Sei qui:

Le Castella: distanza da cariati 80 km


Set del film l’Armata Brancaleone

Le Castella è una frazione di Isola Capo Rizzuto, in provincia di Crotone. È situata sulla costa ionica della Calabria ed è inserita nel verde di una magnifica terrazza naturale. A dominare la baia è l'antico Castello Aragonese, circondato dal mare ed unito alla costa da una sottile striscia di terra. Il castello è noto ai cinefili per essere stato scelto come set cinematografico de L'Armata Brancaleone e Il Vangelo secondo Matteo.
Oltre al castello il luogo è noto anche per la Riserva Naturale Marina di Capo Rizzuto. I fondali variano da ampie distese di sabbia a rocce, mentre scogli sommersi creano suggestive secche: un vero e proprio paradiso per gli amanti dello snorkeling. Nella riserva è attivo un servizio di visite guidate su battelli dai fondali trasparenti, che consentono di osservare le immense praterie di Posidonia Oceanica, abitate da simpatici pesci multicolori che fanno capolino dai ribelli e verdi ciuffi. La gita dura circa 1 ora e, per chi lo volesse, è anche prevista una sosta bagno per tuffarsi nelle incontaminate acque del luogo. Il breve ma emozionante viaggio nel mondo sommerso è previsto anche di notte.

Il mito delle origini di Le Castella

L'origine di Le Castella si perde nel tempo così come è circondata dal mistero la presenza, attestata fino al '500, di due o tre isolette non lontane dalla terra ferma, in una delle quali, quella denominata Ogigia, si narra avesse dimorato Calipso che avrebbe trattenuto per lungo tempo l'eroe dei mari Ulisse secondo il racconto di Omero. Il nome di “Le Castella”, usato al plurale anziché al singolare, è legato all’esistenza di molti altri castelli ubicati sulle isole prospicienti il litorale e sprofondate, molti anni orsono, negli abissi marini. Nei diplomi del periodo Normanno-Svevo, il centro compare col nome di Castella Maris (Iudex Castellorum Maris) e gli abitanti sono chiamati Castelisi.

Un po’ di storia

La storia del luogo è legata al Castello, un edificio che è stato il baricentro di tutte le vicende di questo meraviglioso pezzo di Calabria. La posizione geografica di Punta Castella s'impose in occasione del trattato di amicizia tra Roma e Taranto nel 304 a.C.; in base a tale trattato alle navi da guerra romane era proibito navigare ad oriente di Capo Lacinio, e per questo motivo parve opportuno ai Tarantini, per sorprendere le navi romane che provenivano dal Tirreno e si dirigevano verso Taranto, costruire una vedetta proprio a Le Castella. Appena un secolo dopo, negli ultimi anni della seconda guerra punica, tra il 208 ed il 202 a.C., si narra che Annibale, incalzato dagli eserciti romani e costretto a un repentino ritorno in patria, abbia fatto costruire là dove ora sorge il possente monumento aragonese una sorta di accampamento (o una torre di vedetta). Dopo la dipartita di Annibale i Romani fecero sbarcare, per motivi strategici, circa tremila coloni e chiamarono il luogo Castra. Fu così che la permanenza di quegli uomini diede origine al borgo che prese il nome di Le Castella.

oppure contattaci compilando questo form

Cliccando sul pulsante "Accetta e invia" si acconsente al trattamento dei dati secondo quanto dichiarato nella Privacy Policy (GDPR)
Autorizzazione trattamento dati (GDPR)